L’estetica con il camice

  • Stampa

Il proliferare dei medici estetici con poche competenze perché’ talenti italiani sono spenti subito?

 

Perché’ la formazione nella medicina estetica esiste e invece nella chirurgia estetica no. ESAMINIAMO I MOTIVI In Italia esiste un’universita`tra le migliori del mondo noi stessi quando vengono da noi studenti italiani, rileviamo un altissimo livello di preparazione teorica che si colloca in alto rispetto ad altre formazioni nel mondo.

Il problema è la pratica nessuno in Italia nel campo della chirurgia estetica ti fa lavare andare al tavolo e mettere le mani si sono creato corsi in hotel in streaming ma al tavolo i cosi detti grandi Professori portano sempre gli stessi, si adducono due motivazioni palesi e un’occulta. La prima ritiene scorretta lo studente non ha la capacita cosa che non è vera se a Londra città spesso citata da PROFESSORI ITALIANI CHE SPESSO CHIEDO CHE LE CI SI RIVOLGA IN INGLESE la aiuto chirurgo, lo fa un infermiere perché non lo può fare in Italia un medico laureato e abilitato.

La seconda e questa possono essere in parte condivisa i tempi. Il giovane che deve apprendere sempre mette in condizione giustamente di allungare i tempi di chirurgia e nel privato il tempo in una clinica è denaro quindi basta che il giovane medico parli chiaro con il docente. La terza occulta e realmente dura i giovani sono concorrenza (come diceva il Prof Azzarini nel film del grande Alberto Sordi, i giovani imparano in fretta anche troppo) il giovane formato è concorrenza state tranquilli in ITALIA NON LO DIRA’ NESSUNO MA TUTTI LO PENSANO E’ COPNCORRENZA E MI PORTA VIA IL AVORO. Noi qui formiamo giovani si lavano vanno al tavolo e imparano ma soprattutto lasciamo mettere le mani, il numero limitatissimo di studenti garantisce una formazione sicura